.
Annunci online

iotocco
Niente di personale, Visti & Riletti


Diario


5 ottobre 2010

Davide Enia, ITALIA - BRASILE 3 A 2





Libretto gustosissimo, che ripercorre la mitica sfida, descrivendo un quadretto familiare molto riuscito, nei suoi riti e nei suoi tic.

Racconto lieve ma mai superficiale, accompagnato da una vena ispirata di ironia, perfino nelle note che ci spiegano le regole calcistiche con puntuale leggerezza. 


2 marzo 2009

Nannucci chiude, un altro pezzo di Bologna che scompare.

E così, anche Nannucci di via Oberdan ha annunciato la chiusura delle attività.

Magazzini Nannucci nasce nel 1936 a Bologna come vendita di grammofoni ed elettrodomestici.
Con la diffusione della radio e successivamente con l'avvento della televisione inizia a trasformare l'attività del negozio. Nel 1960 apre il mitico, storico, negozio di Via Oberdan, sotto le Due Torri che espone LP e Musicassette divisi per generi.
I Nannucci viaggiano all'estero, soprattutto a New York, e portano in Italia i prodotti musicali più ricercati a prezzi vantaggiosi (le copertine con l'angolo tagliato, per intenderci).

I cataloghi Nannucci diventano famosi e gli ordini arrivano da tutta Italia.

Nannucci è il primo negozio che ho visitato, una volta arrivato a Bologna. Era la mia immagine di Bologna, insieme alle due Torri ed al Roxi bar.

Adesso chiude, travolto dall'innovazione, dalla musica che si scarica aggratis, dall'onda del progresso che non risparmia nessuno.

A Palermo ha chiuso anche il negozio di musica ELLEPI, in via Libertà. Meno famoso di Nannucci, ma ugualmente caro per me.

Sono pezzi di adolescenza che vanno via, come sono andati via gli anni. Pezzi di città che scompaiono, pezzi di memoria che rimane buona solo per potenti motori di ricerca, mentre le vetrine di una volta si trasformano in un unica, anonima, terrificante per certi versi, griffe di abbigliamento.




24 novembre 2008

Papi - bambi 1 a 1

E così, il mio bambi grande ha varcato per la prima volta le porte di uno stadio, per un derby tutto familiare:
BOLOGNA - PALERMO
E' stato attentissimo per tutto il match, ha esultato per il gol di Di Vaio, poi la doccia fredda quando Succi si è regalato, proprio nella sua città, il primo gol in serie A!
Ma il gol del Palermo era nell'aria già da un po'.
Il bambi ci è rimasto un po' male, sì. Come tutti quelli accanto a me, quando mi hanno visto esultare al gol del Palermo.
Insomma: il derby familiare si è chiuso con un dignitoso pareggio, e di sera è arrivata la notizia che ci ha messi col cuore in pace:
L'Inter sola in testa alla classifica a +3 sul Milan! :))))))))









Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bologna palermo campionato inter vita familiare

permalink | inviato da ioTocco il 24/11/2008 alle 8:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa


16 ottobre 2008

Aria siciliana

Il maestro Battiato, e Giuni, una sua grande interprete, cantano la mia Sicilia.
Rispecchiano il mio stato d'animo di stasera, e questa mia profonda malinconia.


Questo video, postato qui, è un modo per omaggiarli e per condividere tutto questo.

Mi muove qualcosa dentro, nel profondo.

Ora silenzio. Buon ascolto.




29 settembre 2008

CUCCIOLI DA SALVARE

Attenzione: INTERROMPIAMO LE TRASMISSIONI (vedi Derby perso malamente :)) PER UN IMPORTANTE APPELLO.
Il testo non è mio; l'ho ricevuto ieri via mail, pubblico l'indirizzo e-mail a cui fare riferimento:
rifugiofavorita@libero.it

Oggetto: Palermo, cuccioli bellissimi a rischio avvelenamento cercano casa!!!!


Rifugio <rifugiofavorita@libero.it>
Inviato: Domenica 28 settembre 2008, 8:25:00



Urgentissimo!!! Regalasi cuccioli.
questi cuccioli e la loro mamma sono a rischio avvelenamento, hanno urgentemente bisogno di essere adottati, sono cani di strada e nel posto dove si trovano non sono bene accetti, ne sono stati avvelenati già parecchi, vi prego aiutatemi a salvarli.
per chi fosse interessato contattare il numero 328/2816941.
sono 4 femmine e 2 maschi.
Per altre foto non esitate a contattare l'indirizzo e-mail qui sopra ovvero il numero di telefono indicato.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cuccioli rifugio Palermo

permalink | inviato da ioTocco il 29/9/2008 alle 8:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (28) | Versione per la stampa


26 settembre 2008

Ricordi di lavoro

Come sempre, andando in giro per blog e lasciando commenti, trovo lo spunto per rammentare cose che credevo sepolte.
E così, commentando un post sul blog di Nily, mi è venuta in mente la figura di un capo, uno dei primi che ho incontrato nella mia carriera lavorativa.


Era il 1995, lavoravo per l'Istituto Valdese di Palermo. I Valdesi, si sa, sono sempre molto impegnati nel sociale, costruiscono scuole eccellenti e servizi sociali innovativi.
Io sperimentavo la figura dell'educatore domiciliare, all'epoca poco conosciuta.
Seguivo bambini con vissuti pesantissimi e situazioni a forte rischio, e ogni fine giornata tornavo al gruppo di colleghi, dove il capo cercava di tirare le fila di tutte le schifezze a cui avevamo assistito.
Il lavoro era pesante soprattutto per le nostre teste, ovvio. Io ero agli inizi, e mi stavo facendo, come si dice, le ossa.
Dopo un anno di lavoro intenso, presi un treno e lasciai tutto. Avevo il mondo davanti e molta voglia di conoscere e sperimentare
Prima di partire mi licenziai, e comunicai al mio capo che lasciavo il lavoro:
“Hai lavorato bene, mi disse, ma ugualmente di te non si ricorderà nessuno nè nessuno ti rimpiangerà mai."
"perchè?" gli chiesi.
"Perchè non ne abbiamo il tempo!”

Figo eh? Sapevo che aveva ragione. Del resto, l’ho sempre stimato per la sua schiettezza.
E so che lui stimava me.
Di quell'anno di lavoro, è questo il ricordo che mi è rimasto più impresso.


Approfitto di questo post per ringraziare tutti: 30000 click! Grazie a chi passa, a chi legge, a chi commenta. Io continuo a mettercela tutta ;)



3 febbraio 2008

Il 7 e l'8

Oggi ho visto:

Il 7 e l'8

Un film di Valentino Picone, Salvatore Ficarra, Giambattista Avellino. Con Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Eleonora Abbagnato, Barbara Tabita, Arnoldo Foà, Remo Girone, Consuelo Lupo, Andrea Tidona, Lucia Sardo, Tony Sperandeo. Genere Commedia, colore 93 minuti. - Produzione Italia 2006. - Distribuzione Medusa

Avevo sempre rimandato la visione di questo film; alla fine l'ho trovato a casa di amici e non ho resistito.
Il film è molto leggero, la trama è un pretesto per le gag dei personaggi, Ficarra e Picone, che però caratterizzano un po' troppo, rischiando di diventare macchiette, lontanissime caricature di Totò e Peppino. Tutti gli altri personaggi, attori bravissimi del calibro di Arnoldo Foà o Remo Girone, lo sanno e ci stanno, recitano col sorriso sulle labbra.
Detto questo, ci sono scenette divertenti, e almeno due gradevoli sorprese:
1) il film è girato a Palermo, in una città che rimane molto vera e familiare (talmente tanto che, durante una passeggiata dei due eroi in via Libertà, dietro di loro scorgo... mio padre! Incredibile... non sapeva neanche di essere ripreso)
2) Eleonora Abbagnato,
prima ballerina dell'Etoile di Parigi, è simpatica, palermitana verace, genuina. Davvero una scoperta! Consiglio la visione solo per vederla all'opera (e non all'Operà).

Questa è la sua pagina su MySpace:
http://profile.myspace.com/index.cfm?fuseaction=user.viewprofile&friendID=141865819
leggerla, sembra di leggere la pagina di una tua amica. Forza Eleonora! Forza Palermo!


14 gennaio 2008

Sei di Palermo se... integrazioni all'infinito!

Come dicevo, si procede ormai verso infinite integrazioni, per lo più, adesso, puntando sul dialetto puro, ovviamente ricco di modi di dire.

Questo gioco del sei di Palermo se... sta diventando più che altro un'analisi sociologica sui nostri usi e costumi.
Queste ultime integrazioni mi giungono da una cara amica di Leeds, Federica, che le ha raccolte. Possiamo andare ovunque, lasciando un bel pezzo di cuore ancorato alla nostra cara Palermo (adesso piango...)

Sei di Palermo se "cali" la pasta
Sei di Palermo se "lasci libbero lo scarrozzo"
Sei di Palermo se "mezza parola"
Sei di Palermo se "non c'è pobblema"
Sei di Palermo se "scendi" il cane
Sei di palermo se..."minchia per essere arrivato ddà, sape iddu cu è so patre"
Sei di Palermo se compri la carne in "carnezzeria"
Sei di Palermo se dovendo andare a casa di qualcuno "Avvicino io più tardi!"
Sei di Palermo se quando trovi posteggio ad un raggio superiore ai 3 metri rispetto al posto dove devi andare, significa che hai posteggiato "dove ha perso le scarpe il Signore ".
Sei di Palermo se il titolo "sig." per te è un'offesa
Sei di palermo se..."fango" è la parola con cui identifichi la maggior parte dei tuoi conoscenti.
Sei di Palermo se la seconda casa è il "villino"
Sei di Palermo se..."Un t'allaiggari"
Sei di Palermo se..."a pruvari?"
Sei di Palermo se "..sta parrannu cu mmia? "
Sei di Palermo se "..gnuri, libero è ?"
Sei di Palermo se "mi vulia futtiri, ma io futtivu a iddu"
Sei di Palermo se salutando qualcuno dici " ...tante cose..."
Sei di Palermo se dal gelataio " ....mi fa una brioscia ? ..."
Sei di Palermo se l'anguria è il "mellone"


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. palermo

permalink | inviato da ioTocco il 14/1/2008 alle 9:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 gennaio 2008

Sei di Palermo se...

Sei di Palermo se hai esclamato almeno una volta nella vita :" ma perchè non aprirsi una panelleria a Milano? quanti piccioli ti fai?".
Sei di Palermo se la pressa per te non è semplicemente un compattatore, ma il metaforico discrimine tra l'utile e l'inutile.
Sei di Palermo se non sai come si dica "calia e semenza" in italiano.
Sei di Palermo se, indicando un supplì in un bar di Milano, chiedi un'arancina.
Sei di Palermo se alla vista del Cremlino la prima cosa che pensi è: "Certo, non è castello UTTUVEGGIO... però è carino".
Sei di Palermo se ti hanno fregato almeno una vespa.
Sei di Palermo se "scendi" a Mondello e "sali" a Palermo.
Sei di Palermo se la notte vai a smontare i pezzi dei dossi in Favorita.
Sei di Palermo se non hai idea di dove sia viale Margherita di Savoia, ma sai benissimo dov'è la discesa di Mondello (anche se la fai in salita).
Sei di Palermo se il motore non è un pezzo della macchina, ma un mezzo di locomozione.
Sei di Palermo se "scendimi le chiavi!".
Sei di Palermo se riesci a NON vedere il mare da casa PUR abitando a 20 metri dalla costa.
Sei di Palermo se "minchia favoloso".
Sei di Palermo se "alla festa c'era mezza Palermo".
Sei di Palermo se "che duciiii!!!"
Sei di Palermo se un tempietto non ha una funzione sacra.
Sei di Palermo se "compà, tuttapposto?".
Sei di Palermo se appena lavi la macchina comincia a piovere... sabbia!
Sei di Palermo se spendi 150.000 euro l'anno in posteggiatori.
Sei di Palermo se in continente tieni a esagerare la mitezza climatica della tua città.
Sei di Palermo se sai che l'unità di misura della salsiccia è il "callozzo".
Sei di Palermo se continui a stupirti della tecnica di lancio dei venditori di ghiaccioli dello stadio e continui a chiederti dove fanno gli allenamenti settimanali.
Sei di Palermo se, quando il Palermo pareggia 'finì a pasta chi saidde!'
Sei di Palermo se hai fatto almeno un "gol di puntazza arraggiata".
Sei di Palermo se in autobus sali dall'uscita prima che la gente esca, e te ne rendi conto solamente alla quindicesima cazziata presa all'estero.
Sei di Palermo se hai sentito dire almeno una volta che "la pasta col forno è troppo bella".
Sei di Palermo se ogni volta che c'è un incidente ti fermi bloccando il traffico per analizzare la situazione e poter dire la tua.
Sei di Palermo se in piazza Alcide de Gasperi e in via Isidoro La Lumia il nome ce lo devi mettere per forza, ma come si chiama il signor Sciuti di via Sciuti proprio non lo sai.
Sei di Palermo se il pulsante non lo premi, ma lo ammacchi.
Sei di Palermo se non sai dire in italiano "voi due quanti anni vi levate?".
Sei di Palermo se ti chiama a casa il portiere del palazzo di tuo nonno, per dirti che la signora D'Alia gli ha detto di dirti che c'è la finestra della veranda aperta e che quindi magari entra acqua e forse sarebbe il caso di chiuderla.
Sei di Palermo se quando sei con francesi o spagnoli ti giochi sempre la carta del "travagghiare" che è uguale a "travailler" e "trabajar".

CONFESSO, NON E' MIA, MA MI PIACEVA.

La raccolta di detti circola per e-mail con grande lavorio dei concittadini e con le sue infinite integrazioni, tipo:

sei di Palermo se "figghiò" "cucì" "parrì" "curò" "fratè"
sei di Palermo se la tua vicina non ha partorito ma ha comprato un bambino
sei di Palermo se ti fa male la mola e non il molare
sei di Palermo se tutti si asciugano i capelli con il phon mentre tu usi il fono
sei di Palermo se .. Attassi dal freddo
sei di Palermo se mentre esci da casa dici a tua madre "sto tornando!" o "sto venendo!"
sei di Palermo se "esci i soldi" e non "tiri fuori i soldi"
sei di Palermo se la tua dolce metà è "sangu mio"
sei di Palermo se poco fa non ti ha chiamato tuo cugino ma "ti chiamò" tuo cugino
sei di Palermo se ci sono "una poco" di cose da fare


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. palermo

permalink | inviato da ioTocco il 13/1/2008 alle 16:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre        novembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
ioTocco news & co.
Racconti
biografie
visti & riletti
tutto fa blog
Bar sport
BloggerOTECA

VAI A VEDERE

X CURIOSARE QUA E LA':
Mauro SQUIZ Daviddi
Mauro Daviddi fotografo
INTER F.C.
Attivissimo antibufala
Home Movies Bologna
IMSU
.
I VOSTRI BLOG:
Ale
Concy31
Il Conte
Dilettomanoppello (Stefano)
Disastro
Efesto
Elepuntaallaluna
Gattara
GuyFawkes
Lei... Julia
liberol'anima (blue eyes)
Lu, i 400 colpi
Marte(not-Neon)
Nat
occhiodelciclone
Piero, SvegliaItalia
Saxer
Yogurtina :)



tutto fa blog mafia animali bloggeroteca bologna alexander langer andavo a messa la domenica inter america anni 50 ambiente paolo borsellino alitalia alberto cairo albania andré gorz blog andreotti stato aldo bianzino allevamento alanis morissette american underworld thrilogy palermo anniversario andrzej american tabloid giovanni falcone iotocco politica biografie aikido







le stelle potrebbero essere nientemeno che semi del cielo, e in una notte far nascere fiori, uno, per ogni stella caduta. ma io pensavo, che le stelle fossero solo lacrime degli angeli, ed i girasoli, che crescessero così alti per asciugarle di nascosto, nella notte.

SE LASCI UN COMMENTO, QUESTO BLOG DIVENTA ANCHE UN PO' TUO...


Add to Technorati Favorites

 Chuck Palahniuk,
FIGHT CLUB

Il richiamo ad una generazione X sempre più spaesata e individualista, che trova nel collettivo la perpetuazione della propria solitudine: perchè è meglio essere odiati da Dio che trovarsi al cospetto della Sua indifferenza.

 

 Andrea Camilleri,
LA CACCIA AL TESORO

Migliore degli ultimi Montalbano, meno svogliato, ma non più all'altezza dei primi.

 Davide Enia,
ITALIA - BRASILE 3 A 2 

Libretto gustosissimo, che ripercorre la mitica sfida, descrivendo un quadretto familiare molto riuscito, nei suoi riti e nei suoi tic. Racconto lieve ma mai superficiale, accompagnato da una vena ispirata di ironia, perfino nelle note che ci spiegano le regole calcistiche con puntuale leggerezza. 

 

James Ellroy,
IL SANGUE E' RANDAGIO

Completa la trilogia americana. Più toccante e magico dei primi due, dipinge personaggi inediti e tiene alto il ritmo. Degnissima conclusione di una trilogia esplosiva. 859 pagine che corrono via. Per gli appassionati del genere è un libro imperdibile.

IGORT,
5 è il numero perfetto

Interessante romanzo a fumetti, sul ritorno alla scena e sul riscatto di un vecchio guappo.

Hermann Koch,
LA CENA

Attuale e intrigante racconto sulla "banalità del male", con un punto di vista originale. Scrittura veloce e non sempre efficace, il romanzo merita comunque di essere letto!

 Paolo Sorrentino,
HANNO TUTTI RAGIONE

Da spiaggia!

 Georges Simenon,
LA VERITA SU BEBE' DONGE 
††††

Le anime si scontrano, in questo splendido racconto, in cui ogni personaggio non è casuale, ed ogni azione può essere riletta in sfumature opposte, fino a conclusioni in antitesi tra loro, come quella che porta la sorella di Bèbè, Jeanne, a dire, senza speranza: "A che serve continuare a porsi domande? Facciamo tutto quello che possiamo..."

 

 ERRI DE LUCA,
IL PESO DELLA FARFALLA
††††

Un racconto che mette il lettore alla pari col mondo e lo riporta a una condizione essenziale di uomo. Sorretto da una scrittura un po' ampollosa, ma efficace, scorre lieve e delicato fino all'ultima pagina.

FRANCO ALFONSO,
BARBIERE SI NASCE
††

L'esperienza di vita di un bambino di paese che, in un periodo in cui non era facile sognare, aveva un grande sogno: diventare barbiere a Palermo! Un libro genuino che ha molto da insegnare.

  Letti nel 2009:

SERGIO ROTINO,
UN MODO PER USCIRNE
†††

ANDREA CAMILLERI,
LE INCHIESTE DEL COMMISSARIO COLLURA

 

WILLA CATHER,
IL MIO MORTALE NEMICO

DANILO "MASO" MASOTTI,
IL CODICE BOLOGNA

GIANRICO CAROFIGLIO,
IL PASSATO E' UNA TERRA STRANIERA

ANDREA CAMILLERI,
LE PECORE E IL PASTORE

C. AUGIAS, M. PESCE,
INCHIESTA SU GESU'

JAMES ELLROY,
SEI PEZZI DA MILLE


ANDREA CAMILLERI,
LA DANZA DEL GABBIANO

ANDREA CAMILLERI,
L'ETA' DEL DUBBIO


Letti nel 2008:


JAMES ELLROY,
AMERICAN TABLOID



WU MING 4,
STELLA DEL MATTINO



ORNELA VORPSI,
LA MANO CHE NON MORDI



SANDOR MARAI,
LE BRACI
††


WU MING,
PREVISIONI DEL TEMPO
††

 
Andrea Camilleri,
IL CAMPO DEL VASAIO



Georges Simenon,
LETTERA AL MIO GIUDICE
†††


Andrè Gorz,
LETTERA A D.
†††

Lettura in corso
Fabio Levi,
IN VIAGGIO CON ALEX
††

Ultimo letto
Attilio Bolzoni Giuseppe D'Avanzo,
IL CAPO DEI CAPI
††


Fruttero & Lucentini,
LA DONNA DELLA DOMENICA
††††

La mia opinione:
†      passatempo
††    interessante
†††   
da leggere
††††  imperdibile

 

 
Giuseppe Di Stefano

il grande Tenore e un incontro del 1993


              Io dono... e tu?


      JULIO C
RUZ      




ETNA INNEVATA


TORTA ETNA



Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarmi per chiederne la rimozione.











NO CENSURA!

 

 

CERCA