Blog: http://iotocco.ilcannocchiale.it

Sei di Palermo se...

Sei di Palermo se hai esclamato almeno una volta nella vita :" ma perchè non aprirsi una panelleria a Milano? quanti piccioli ti fai?".
Sei di Palermo se la pressa per te non è semplicemente un compattatore, ma il metaforico discrimine tra l'utile e l'inutile.
Sei di Palermo se non sai come si dica "calia e semenza" in italiano.
Sei di Palermo se, indicando un supplì in un bar di Milano, chiedi un'arancina.
Sei di Palermo se alla vista del Cremlino la prima cosa che pensi è: "Certo, non è castello UTTUVEGGIO... però è carino".
Sei di Palermo se ti hanno fregato almeno una vespa.
Sei di Palermo se "scendi" a Mondello e "sali" a Palermo.
Sei di Palermo se la notte vai a smontare i pezzi dei dossi in Favorita.
Sei di Palermo se non hai idea di dove sia viale Margherita di Savoia, ma sai benissimo dov'è la discesa di Mondello (anche se la fai in salita).
Sei di Palermo se il motore non è un pezzo della macchina, ma un mezzo di locomozione.
Sei di Palermo se "scendimi le chiavi!".
Sei di Palermo se riesci a NON vedere il mare da casa PUR abitando a 20 metri dalla costa.
Sei di Palermo se "minchia favoloso".
Sei di Palermo se "alla festa c'era mezza Palermo".
Sei di Palermo se "che duciiii!!!"
Sei di Palermo se un tempietto non ha una funzione sacra.
Sei di Palermo se "compà, tuttapposto?".
Sei di Palermo se appena lavi la macchina comincia a piovere... sabbia!
Sei di Palermo se spendi 150.000 euro l'anno in posteggiatori.
Sei di Palermo se in continente tieni a esagerare la mitezza climatica della tua città.
Sei di Palermo se sai che l'unità di misura della salsiccia è il "callozzo".
Sei di Palermo se continui a stupirti della tecnica di lancio dei venditori di ghiaccioli dello stadio e continui a chiederti dove fanno gli allenamenti settimanali.
Sei di Palermo se, quando il Palermo pareggia 'finì a pasta chi saidde!'
Sei di Palermo se hai fatto almeno un "gol di puntazza arraggiata".
Sei di Palermo se in autobus sali dall'uscita prima che la gente esca, e te ne rendi conto solamente alla quindicesima cazziata presa all'estero.
Sei di Palermo se hai sentito dire almeno una volta che "la pasta col forno è troppo bella".
Sei di Palermo se ogni volta che c'è un incidente ti fermi bloccando il traffico per analizzare la situazione e poter dire la tua.
Sei di Palermo se in piazza Alcide de Gasperi e in via Isidoro La Lumia il nome ce lo devi mettere per forza, ma come si chiama il signor Sciuti di via Sciuti proprio non lo sai.
Sei di Palermo se il pulsante non lo premi, ma lo ammacchi.
Sei di Palermo se non sai dire in italiano "voi due quanti anni vi levate?".
Sei di Palermo se ti chiama a casa il portiere del palazzo di tuo nonno, per dirti che la signora D'Alia gli ha detto di dirti che c'è la finestra della veranda aperta e che quindi magari entra acqua e forse sarebbe il caso di chiuderla.
Sei di Palermo se quando sei con francesi o spagnoli ti giochi sempre la carta del "travagghiare" che è uguale a "travailler" e "trabajar".

CONFESSO, NON E' MIA, MA MI PIACEVA.

La raccolta di detti circola per e-mail con grande lavorio dei concittadini e con le sue infinite integrazioni, tipo:

sei di Palermo se "figghiò" "cucì" "parrì" "curò" "fratè"
sei di Palermo se la tua vicina non ha partorito ma ha comprato un bambino
sei di Palermo se ti fa male la mola e non il molare
sei di Palermo se tutti si asciugano i capelli con il phon mentre tu usi il fono
sei di Palermo se .. Attassi dal freddo
sei di Palermo se mentre esci da casa dici a tua madre "sto tornando!" o "sto venendo!"
sei di Palermo se "esci i soldi" e non "tiri fuori i soldi"
sei di Palermo se la tua dolce metà è "sangu mio"
sei di Palermo se poco fa non ti ha chiamato tuo cugino ma "ti chiamò" tuo cugino
sei di Palermo se ci sono "una poco" di cose da fare

Pubblicato il 13/1/2008 alle 16.8 nella rubrica tutto fa blog.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web