Blog: http://iotocco.ilcannocchiale.it

Black Google, cosa c'è di vero?

Ho ricevuto oggi questa mail:

TESTO:

LEGGETE BENE, e riflettete... 
Lo sapevate che se la schermata di google fosse nera, considerando la gran quantità di persone che lo usano, si calcola che si risparmierebbero circa 750 megawatt/ora annualmente.
così google ha creato una versione nera chiamata blackle
  www.blackle.com
 con le stesse identiche funzioni della versione in bianco ma con un consumo di energia inferiore.
vi consiglio di salvarlo tra i preferiti, al posto del google classico!
passate l'informazione, anche il minimo conta, no?
. . . l'oceano è davvero fatto di minuscole gocce...
 .....siate gocce, farete la differenza!


così sono andato a vedere questo fantomatico Black Google.

E' un motore di ricerca a sfondo nero, ma non ha nulla a che vedere con Google, nel senso che è  piuttosto un suggerimento su come dovrebbe essere Google per creare risparmio energetico.
L'idea sembrava buona. Così ho provato a capirci di più.

Sono andato su ecoblog.it
http://www.ecoblog.it/post/4120/tutta-la-verita-su-black-google
dove ho potuto capire cosa c'è di vero su black google.

In sintesi, mutare la schermata principale dei vari siti (e non solo Google) da bianco a nero provocherebbe un piccolo risparmio energetico per quegli utenti che possiedono i monitor di vecchia generazione (monitor CRT) ma non per chi possiede un monitor LCD (il 75% degli utenti internet).
Insomma, sembra che il problema non stia tanto nel colore dello schermo, quanto nell'efficienza energetica dei vecchi monitor, che consumano molto di più di un LCD.
Morale della favola, dice Ecoblog: se avete uno schermo CRT cambiatelo. Ricordatevi però di smaltirlo consegnandolo al Comune!


Pubblicato il 4/2/2008 alle 9.1 nella rubrica tutto fa blog.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web