Blog: http://iotocco.ilcannocchiale.it

Riina Jr. a passeggio. Salvuccio rientra a Corleone.

Il figlio del boss torna a casa!

Bello e griffato, Salvatore Riina, terzogenito di Totò u curtu e nipote di Bagarella, condannato in appello a 8 anni e 10 mesi per mafia e scarcerato giovedì dalla Cassazione per scadenza dei termini di custodia cautelare, è tornato a Corleone, il suo regno, il regno dei Riina.
E' già scandaloso così. Senonchè interviene il commento dell'attuale Ministro della Giustizia Luigi Scotti, che esclude qualsiasi possibilità di pronto intervento sulla situazione, ma promette un controllo "per vedere se ci sono stati ritardi non giustificati" e poi chiede "scusa agli italiani per questi ritardi della giustizia"

Scuse non accettate, caro Ministro!
Il 6 novembre del 2007, all'indomani dell'arresto dei Lo Piccolo, veniva pubblicato a pagina 4 di Repubblica un articolo a firma Bolzoni, dal titolo "Cosa Nostra senza un capo".
Sottotitolo: "Dopo Riina e Provenzano al potere una generazione di nuovi mafiosi. Ecco i nomi".
In particolare l'ottimo Bolzoni fa i nomi dei boss del futuro: PIETRO TAGLIAVIA di Brancaccio, GIANNI NICCHI di Pagliarelli, e SALVO RIINA di Corleone.
Ma come? mi chiedo: Salvo Riina grazie a dio è in galera!

Poi leggo nell'articolo, (il 6 novembre dello scorso anno!): ... Il terzo è Salvo Riina, classe 1977, .... fra qualche settimana in libertà. La Cassazione gli ha annullato la condanna.

Della scarcerazione di Riina Jr. si sapeva quindi da novembre.
C'era tutto il tempo di porre rimedio con un decreto legge ad hoc, come si era fatto nel '91 per riportare in cella una trentina di boss scarcerati per decorrenza dei termini.
La delusione è doppia, caro Ministro. Il precedente Governo ha smantellato il codice penale, questo Governo ha avuto i riflessi lenti come un bradipo.

I Ministri rivendicano sempre come successi gli arresti eccellenti che sono il successo del lavoro di funzionari delle Forze dell'Ordine fedeli allo Stato, qualunque colore abbia.
E' quello lo Stato che fa sempre il proprio dovere. E che ora dovrà occuparsi daccapo di SALVO RIINA di Corleone.


Pubblicato il 2/3/2008 alle 22.39 nella rubrica ioTocco news & co..

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web