Blog: http://iotocco.ilcannocchiale.it

Montare un canestro

Se c'è un lavoro casalingo che richiede pazienza, buona vista, capacità di orientamento e doti da sarto (o da pescatore, non so), quello è MONTARE UN CANESTRO.

Ho deciso di farlo ieri, dato che lo avevo promesso a mio figlio e che sembrava un lavoretto facile facile.
Dunque: dato un trapano, due tasselli e un tabellone, prendere le misure, fare due buchi nel muro, infilare i tasselli, infine appendere il tabellone. Fatto!

Il bello, però, viene dopo: il Set da pallacanestro comprende un canestro, una retina e un cordino per attaccare la retina al canestro.

Inizio a far passare il cordino per i supporti della retina: mettere i supporti in fila dal primo all'ultimo, prendere il primo e intrecciare il cordino dal supporto al canestro. Poi il secondo e così via. Fatto!

Fatto un cavolo! Finito il lavoro mi accorgo di essermi dimenticato un supporto fuori: tutto da rifare.

Ri- metto i supporti in fila dal primo all'ultimo, infilo il primo con il cordino e lo intreccio al canestro.
Fatto! No... ho sbagliato ancora. Rifare.


Insomma, ho capito cosa provano i pescatori quando devono riordinare le reti.
Alla fine, però... vuoi mettere la soddisfazione di una partitina in terrazzo?

Ecco il nostro nuovo canestro!





Pubblicato il 25/8/2008 alle 15.20 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web